Royksopp, in arrivo il nuovo ed ultimo LP!

Il 24 Novembre arriverà il Europa “The inevitable end“,  l’ultimo lavoro dei Royksopp, a 4 anni di distanza dal loro “Senior“. In questo periodo di calma apparente hanno prodotto alcuni inediti tra il 2012 ed il 2013 ed hanno soprattutto partecipato alla produzione del disco “Do it again” dell’ormai inseparabile amica Robyn , che ha ricambiato l’onore partecipando a due brani del nuovo disco del duo norvegese. Negli State il disco uscirà con due settimane di anticipo, l’11 Novembre per Cherrytree/Interscope, ma nel frattempo il tutto è stato anticipato dall’uscita del singolo “Skulls”:

 

La notizia interessante è che sarà l’ultima produzione in formato LP, come è dichiarato nel comunicato stampa da Svein Berge e Torbjørn Brundtland : “Con questo disco ci è apparsa chiara la volontà di fare un album nel senso classico del termine anche se sarà l’ultimo che faremo. Pensiamo che questo rappresenti il nostro addio al tradizionale formato dell’album. Con i nostri precedenti siamo stati in grado di dire e di fare tutto quel che volevamo con lo strumento dell’LP”. 

Quello che è essenziale e che i due hanno specificato, è che continueranno a far musica e questo è ciò che a noi interessa!

Tracklist :

1-“Skulls”
2-“Monument” ft. Robyn (T.I.E. Version)
3-“Sordid Affair” ft. Ryan James of Man Without Country
4-“You Know I Have To Go” ft. Jamie McDermott of the Irrepressibles
5-“Save Me” ft. Susanne Sundfør
6-“I Had This Thing” ft. Jamie McDermott of the Irrepressibles
7-“Rong” ft. Robyn
8-“Here She Comes Again” ft. Jamie McDermott of the Irrepressibles
9-“Running to the Sea” ft. Susanne Sundfør
10-“Compulsion” ft. Jamie McDermott of the Irrepressibles
11-“Coup de Grace”
12-“Thank You”

Lo strepitoso set dei Tale of Us allo Space di Ibiza per Enter!

Lo strepitoso set dei Tale of Us allo Space di Ibiza per Enter!

 

ADE Festival comunica la line-up definitiva!

Amsterdam Dance Event

15/16/17/18/19 Oct 2014

Dal 15 al 19 Ottobre parte uno dei festival di musica elettronica più importanti, attesi e seguiti dagli amanti del dancefloor : l’ADE Festival! All’enorme quantità di mostri sacri presenti all’evento già precedentemente confermati, si sono aggiunti gli ultimi nomi degli artisti presenti per ingolosire ulteriormente chi finora si è perso il festival dei festival!

Dunque insieme a gente come Ricardo Villalobos, Deep Dish, Maceo Plex e Adam Beyer sono stati confermati artisti come Skream, Ben UFO, Joy Orbison, Floating Points, Tale of Us, Ben Klock e Marcel Dettmann, Dj Harvey, Seth Troxler , Jon Hopkins, Matthew Dear, DVS1, e tantissimi altri.

I numeri che questo festival riesce a creare sono incredibili : più di 300.000 visitatori, più di 2.000 tra artisti, Dj’s, visual artists e performers di ogni tipo, per un festival che occuperà l’intera città olandese grazie anche alla presenza dell’ADE Playground, un tappeto di showcase, workshop, proiezioni ed istallazioni.

Info & tickets : http://www.amsterdam-dance-event.nl/

Tomorrow’s Modern Boxes : come e dove comprare il nuovo disco di Thom Yorke!

 

Finalmente una notizia davvero importante : Thom Yorke ha annunciato la realizzazione di un nuovo album solista dal titolo Tomorrow’s Modern Boxes. L’uscita, commercialmente, rappresenta un nuovo progetto, il tentativo, come spiega lo stesso Yorke in una lettere scritta insieme al produttore Nigel Godrich, per “cercare di riportare il mercato discografico online nelle mani dei rispettivi autori”. Il tentativo consiste nel distribuire il nuovo disco tramite una nuova versione di BitTorrent, dove gli utenti potranno direttamente acquistare LP al costo di 6 USD. La svolta sta nel fatto che questa nuova versione pare non si appoggi ad alcun server, tagliando di netto ogni tipo di costo extra. Era prevedibile una mossa del genere da parte dell’artista britannico che in passato aveva già avuto modo di fare ostruzionismo alle politiche commerciali distributori online, come Spotify, popolare servizio di streaming musicale da cui Yorke ha tolto tutte le sue canzoni per protestare contro le basse royalty che l’azienda svedese versa agli artisti emergenti.

Nel frattempo, per chi volesse avere subito una copia del nuovo lavoro, è possibile acquistare una versione ” Vinyl Deluxe” del nuovo disco direttamente dal sito ufficiale.

La finestra delle illusioni : quando l’arte è fatta di immaginazione e prospettiva!

135204483-6943892b-7de1-45e8-8a8d-b423f05b8b1c

L’artista spagnolo Pejac ha lanciato il suo progetto “Windows series“, ideato quando, vivendo nella splendida Valencia, città piena di palazzi con telecamere, per proteggere la sua privacy fu costretto a comprare delle tende privandosi così di piacevoli scorci. Decise quindi di sostituire il tutto applicando l’immaginazione ed iniziando a creare nuove prospettive con l’aiuto di piccoli disegni acrilici. “Mi piace giocare con le risorse che le città possono offrire. Mi da una sorta di sensazione di libertà e di sollievo. Bastano pochi fogli di carta, colla, fantasia e un po’ di anticonformismo per trasformare la vita quotidiana in un sogno sovversivo”. Ed è così che la scia di un aereo diventa la corda di un funambolo, un tetto la base su cresce un albero, un traliccio delle luce una rampa da cui poter disegnare in cielo un cuore. Davvero geniale!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Torna Maccheroni Elettronici: il meglio della musica elettronica italiana!

macaronZ_black3

Al via a 6a stagione di Maccheroni Elettronici, il meglio della musica elettronica italiana.

A partire da sabato 27 settembre (domenica 28 ore 00:30), come al solito in notturna su Radio Città del Capo, torna la trasmissione che propone il meglio delle produzioni.

La novità principale di questa sesta stagione è che la puntata andrà in onda ogni 2 settimane alternandosi ad una speciale edizione “maccheronica” di Electric Lorem.

A partire dal 3 ottobre, ogni due settimane, l’appuntamento si sposta al Punt? di Bologna per le serate Electric Lorem : in consolle i migliori tra dj e producers locali verranno registrati per essere trasmessi in radio.


Prossimi appuntamenti :

28/09 – Maccheroni Elettronici – Radio Città Del Capo
03/10 – Electric Lorem – Punt? Bologna
05/10 – Maccheroni Elettronici – Radio Città Del Capo
10/10 – Electric Lorem – Punt? Bologna
12/10 – Electric “Macche” Lorem – Radio Città Del Capo


e così via a cadenza bisettimanale !

Podcast: Italiano beat & basso by Maccheroni Elettronici on Mixcloud

Inizia la stagione Rashomon!Si riparte il 27 Settembre con Mathew Jonson Live!

FR_RASHOMONCLUB_MATHEW-JONSON-LIVE

Finalmente è settembre, finalmente è Rashomon Club.

Come ogni abbrivio d’ autunno che si rispetti il club di via degli Argonauti riapre i battenti e torna ad essere parte integrante del nostro quotidiano.

Un bunker musicale di stampo mitteleuropeo nel quale rifugiarsi dal tedio della quotidianeità; una costruzione post-industriale che fa da ponte tra ruggine e futuro, dove incontrarsi e fondersi con quelle alchimie sonore che da sempre ne caratterizzano lo spirito e e l’identità. Dj internazionali e non, artisti di prim’ordine o sperimentali, daranno vita ad una nuova emozionante stagione all’interno delle pareti più nere che la nostra coscienza ricordi, per continuare a scrivere la storia con quei caratteri cubitali che da sempre contraddistinguono il club con la R grande. Tutto questo e molto altro ancora è il Rashomon Club. Bentornati a casa.

it-0927-632332-395470-front

In occasione dell’opening stagione ospite il live di Mathew Jonson!

Quando lo vedi suonare capisci che non avrebbe mai voglia di smettere, che potrebbe stare per ore incollato tra laptop e il suo fido mixerone senza mai stancarsi – e senza mai far stancare.

LINE UP

/ R_1
MATHEW JONSON
VALERIO!
STEFANO TESTA
/ R_2
UNTIL 3:00 A.M.
GERMANO

Info & Tickets on : http://www.rashomonclub.com/

“How to Feel Miserable as an Artist” , il nuovo Ep di Pois per Forevergreen.Fm!

FM_008E’ uscito su Forevergreen.Fm il nuovo Ep di Pois, nome d’arte di Vincenzo Miele, nostro caro membro oltretutto, che con tre tracce di matrice house esordisce su questa nuova e promettente label italiana. Il titolo How to feel miserable as an artist”  dopo aver strappato il primo sorriso, suggerisce il carattere forte e compatto delle canzoni che lo compongono, dove la nuova formulazione stilistica, più quadrata e comunicativa, non distoglie l’orecchio dal riconoscere il suono caldo ed elegante tipico dei suoi lavori.

Review by Matteo Reho

Sono solo tre le tracce, molto diverse tra loro quasi fossero state prodotte da tre menti diverse, un meltin’pot di suoni e generi con una caratteristica in comune, smuovono il corpo e riempiono la pista. A Dame to Kill For ha un intro che fa ben presagire l’ esplosione ritmica che prende effettivamente forma dopo pochi secondi. Ottima la scelta del drum kit, suoni limpidi come acqua cristallina; avvolgenti i synth che vanno e vengono, forse panpottando da destra a sinistra e viceversa avrebbero avuto un effetto ancora migliore ma e’ solo una mia supposizione se posso. Il basso iniziale è fangosamente pulito, per quanto possa essere compresa con la logica questa definizione, è di forte presenza per renderla più chiara; azzeccati i clap a fine battuta, suoni minimal e atmosfera da club; stupefacente la ripartenza bomba subito dopo la metà del pezzo. Se proprio devo trovare qualcosa che non va in questa traccia direi forse la frequenza della voce, troppo presente a mio avviso anche se qui entriamo in questioni riguardanti il gusto personale. BOGARD delle tre e’ quella che preferisco; ritmo sostenuto e suoni spaziali percussivi che danno animo al pezzo, la voce anche qui un po’ troppo insistente per i miei personali gusti soprattutto perche’ ruba un po’ la scena ad una strumentale cosi cosi carica di patos ed energia; la cosa piu’ intigante del brano e’ la spensieratezza che riesce a trasmettere, come fosse prodotto da un animo felice che riesce a far trapelare le sue emozioni attraverso la musica, grande Vinz. BAUHAUS sembra piu’ space rispetto alle altre, l’ inizio e’ fantastico, sembra uscito da qualche album di Juan Maclean, siamo su sonorita’ a tratti molto simili. La parte ritmica è incalzante, giocando molto su hi-hat e suoni percussivi amalgamati perfettamente; cio’ che colpisce nei momenti di calma apparente è la chiarezza riverberata di un suono trascendente, rapisce. Sulla parte vocale questa volta nulla da dire, posso solo fare i miei complimenti per un ottimo lavoro e molto ben riuscito, chiaro e preciso. Ci salutiamo con la speranza di poter ascoltare nuove produzioni dell’ amico POIS e di poter toccare con mano la sua musica, almeno per questo EP ha dimostrato di meritarlo. Grande.

Le immagini più brutte e inopportune degli utenti Soundcloud!

 

Soundcloud è una delle piattaforme online più frequentata da amanti e produttori di musica, lo conosciamo un po’ tutti. Mi sono sempre chiesto com’è possibile che ci sia gente che sceglie immagini per l’avatar cosi inappropriate per una pagina personale, spesso vetrina della propria arte. E’ possibile trovarne davvero di brutte brutte, da animali domestici e selvatici a protagonisti di manga, da frutti esotici a giochi erotici, da auto sportive a tette&culi. Perché la gente scelga Sailor Moon o un ananas per rappresentarsi visivamente è una bella domanda, ma non è certo peggio di chi opta per selfie opinabili o pose davvero strambe. Abbiamo selezionato alcune delle immagini profilo più brutte ed inopportune per una pagina artistica, con foto del genere non oso immaginare che musica possano proporre!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Projection Mapping su volto umano : l’incredibile progetto di Nobumichi Asai!

 

 

L’arte di illudere sensi e percezione con le proiezioni ha sempre un fascino enorme, ovunque questa tecnica venga realizzata, palazzi, musei, statue o catacombe, ma il progetto realizzato dall’artista Nobumichi Asai evolve questa emozione ad un livello successivo. Con l’aiuto di tecniche di “Projection Mapping” sempre più precise è riuscito a modulare visivamente un volto umano in tempo reale, generando un effetto incredibilmente suggestivo. Fissando sul viso della ragazza i punti di orientamento per fissare i parametri, le luci del proiettore mutano magicamente una faccia in un caleidoscopio di volti umanoidi colorati. Decisamente meraviglioso!

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.